Almanacco Toilet Club

Almanacco Toilet Club

Valentina Neri ad Ultracorpi

IV appuntamento con Ultracorpi di Maison Ventidue
12 Luglio 2019 a L’Appartamento _ via Miramonte 6 /Bologna, H 20.30
A cura di 
Mariarosa LamannaChiara PirraFrancesca Zoe PaternianiChiara FrancescaMaison Ventidue

 

Ho fatto un sogno stanotte, un immortale ricordo.

È primavera e sono alle Bahamas.
Assisto a un grande evento storico: il linciaggio di una Barbie. L’atmosfera è colorata e buia, Leonarda Cianciulli mi offre una pessima Vodka alla menta.
Sento della musica di poco conto, mi giro e vedo il Führer che mi provoca con un Lip Show erotico autobiografico, brutta bestia l’incapacità di autocritica.
In totale assenza di autocontrollo gli urlo: siete un decoratissimo monumento alle incompetenze! Da sotto il palco, le pantegane, nate sul naviglio, con le loro patetiche convinzioni di popolarità e con maleducazione mi tirano guanti, cappelli, mazze, bisonti, perfino un ombrello. Gusti discutibili. Ma con loro è meglio non discutere perché vincono sempre.
È forse questa la causa di queste amicizie andate a male?

Arriva la polizia che indaga, c’è gente in mutante, fra loro un’acrobata e Berlusconi, mi avvicino con finezza per evitare malintesi e gli chiedo se è forse uno sciopero, o magari un oltraggio. Ma lui non è in grado di rispondere. Ormai non riconosce neanche più la differenza fra la Venere di Willendorf e il Discobolo di Minore.

Sarà realismo o surrealismo? Meglio non fare altre domande. Siamo tutti confusi e quindi ecco l’ennesimo tentativo di recupero, innovativa come una collana di perle: Almanacco Toilet Club, la mostra.


Valentina Neri(1991) è una fotografa italiana.
Ha frequentato l’Istituto d’arte a Monza e successivamente la scuola di fotografia cfp Bauer di Milano. Lo stesso anno diventa una collaboratrice fissa del collettivo italiano di fotografi Cesura. Durante questa esperienza contribuisce allo sviluppo di Cesura Publish, una casa editrice fondata nel 2010 dal collettivo Cesura.
Attualmente sviluppa progetti individuali, concentrando principalmente i suoi lavori nel settore della ricerca linguistica.


Nel mese del Pride, sulla scia di B-Side Pride, si è sentita la necessità di attivare una sintesi fra analisi socio-politiche e processi est-ètici.
Alcune realtà attive nel territorio bolognese, dialogano con le iniziative del Pride attraverso una rete di eventi culturali. Un’espansione nebulizzata di corporeità non conformi, di riflessioni trasversali, di oscillazioni destabilizzanti.
Ogni spazio e soggetto, coerentemente alla propria identità, sviluppa una narrazione differente, ma unita dallo stesso tessuto concettuale.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e sostenuti dagli artist* curatori* e spazi coinvolti.

Il progetto di rete spaziale è a cura di:
Incidente Domestico contemporary aaart, Maison Ventidue, META – domestic cultural contact , Narkissos Contemporary Art Gallery, NYLON__s 

Back to Top