Da Sola di Percy Bertolini BilBolBul 2021

Da Sola di Percy Bertolini BilBolBul 2021

 BilBolBul festival 2021 – L’Appartamento – via Miramonte 4-6 Bologna 

Inaugurazione merc 1 dicembre h 19.00

Aperture

giov  2 – ven 3  17.00/19.30  

sab 4 – dom 5  10.30/12.00 – 17.00/19.30

 

Se si ribella, diventa minaccia di un’Apocalisse per il mondo che ci è sempre stato raccontato. Se rifiuta il controllo, si trasforma in un mostro.

 

In occasione di BilBolBul 2021 siamo lieti di ospitare  Da sola di Percy Bertolini. La mostra è ispirata all’omonimo libro edito da Diabolo Edizioni.

Da sola racconta la storia di un’evasione dalla norma che imprigiona. In un universo distopico, in cui coesistono diverse realtà, la protagonista, giovane “mostro” mutante dall’identità queer, sfugge al potere che vorrebbe normalizzarla, trovando rifugio e forza nella propria solitudine.. Catturata da una pattuglia a guardia di un’imponente città brutalista, la protagonista di Da sola viene trascinata in un ospedale psichiatrico in quanto individuo “non conforme” e potenzialmente pericoloso; con la fuga dall’istituto e il suo girovagare tra le strade di Betonstadt, troverà però il modo di contrastare la violenza normalizzatrice del mondo in cui vive. 

Così come l’opera da cui prende le mosse, anche la mostra ispirata a Da Sola si annuncia unica ed estranea a ogni tipo di categorizzazione.

Tematiche centrali: identità, paura del diverso, transfobia. Riferimenti: danza, gabber culture, architettura brutalista.

Negli spazi del L’Appartamento, la mostra di Percy Bertolini realizza il medesimo percorso che nell’opera conduce la protagonista dalla prigionia alla libertà, attraversando simbolicamente gli ambienti del graphic novel: l’ospedale psichiatrico, la città brutalista e le sottoculture urbane.

Protagonista principale del percorso è la smisurata solitudine della passeggiata per le strade deserte di Betonstadt, adesso Bologna, o qualsiasi altra città. 

Il pubblico, come la protagonista, potrà avanzare, danzare e riappropriarsi di uno spazio di libertà e di autonomia.

L’esposizione raccoglie il corposo numero di tavole originali di Percy Bertolini. Immagini nate per essere mute ma che nel graphic novel hanno saputo accogliere una narrazione parallela: la eco risonante del lucido delirio di un altro “mostro”che terminò la propria esistenza in manicomio Vaslav Nijinsky, e il  sound design appositamente creato da Nancy Tungsten.

< Fondamentale visitare la mostra muniti di auricolari >

Percy Bertolini (Ancona, 1988), tra gli artisti emergenti di più forte impatto della sua generazione, è street artist, fumettista e pittorə. Ha pubblicato Non fissare per Edizioni Minoritarie, partecipato all’antologia Sporchi e Subito per Feltrinelli Comics e autoprodotto la serie a fumetti Paolo Fox, affermandosi come una delle migliori promesse del fumetto italiano secondo Rolling Stone. Da sola è il suo esordio nella narrativa per immagini di lungo respiro.

Back to Top